idea

Gli ingredienti di un
Chieto Vivere

Erano le 7.00 di una tranquilla mattinata di lavoro nell’orto, immersi nel silenzio e nella bellezza del Montello, in un contesto tranquillo, pacifico… Chieto!
Così è nato il nome “Chieto Vivere”, a completare un’idea elaborata da lungo tempo dal cuoco vegan Marco Bortolon, che dopo aver frequentato diversi corsi di cucina e trascorso molti anni di esperienza professionale in svariati ristoranti, finalmente ha potuto trovare uno spazio fisico dove esprimere la propria passione per l’arte culinaria, a cui affiancare, grazie al contributo di altre persone, la cura del verde dove risiede il Club, il servizio in sala e le molte attività che vengono proposte ai soci.

chieto_vivere_112

L'orto

chieto_vivere_045

Autunno

chieto_vivere_dettaglio_insalata_vegana

Insalatina

Fare
Gustare
Pensare

Già in epoca classica si sentiva il bisogno di ritornare in campagna, lontani dalla città, per riavvicinarsi alla propria dimensione più interiore, ascoltandola e coltivandola.
Per questo, anche il luogo è stato ricercato e valorizzato con attenzione, facendo riemergere il fascino della tradizionale casa di campagna dove ogni mattone, ogni tavola ha una lunga storia da raccontare.
Un luogo dove attività, gusti, profumi, pensieri possono essere la dimostrazione di come un’alternativa pacifica, non violenta, sin dalle scelte che facciamo a tavola, sia non solo possibile ma incredibilmente piacevole.
Una riflessione su come “togliere o ridurre” siano azioni che invece di privarci di qualcosa possano farci scoprire la ricchezza della semplicità.

chieto_vivere_089
chieto_vivere_049
chieto_vivere_dettaglio_piatto
chieto_vivere_142
chieto_vivere_dettaglio_dolce_zucca